Home
La Legionella
Anolyte
Applicazioni
Acqua Calda (ACS)
Piscine
Torri raffreddamento
Allevamento
Norme e Documenti
Prodotti e Servizi
News
Contatti


 

Trattamento Acqua Calda Sanitaria (ACS)

 La Legionella viene generalmente contratta per vie respiratoria, mediante inalazione o microaspirazione di aerosol in cui è contenuto il batterio. L’aerosol (acqua nebulizzata) può essere generato da:

  • apertura di un rubinetto o di una doccia
  • scarico di impianti igienici
  • torri di raffreddamento/condensatori evaporativi
  • bagno turco e sauna
  • fontane ornamentali
  • impianti di irrigazione di giardini
  • riunito dentista

Le strategie per combattere la proliferazione della Legionella si basano  anche su di un'accurata manutenzione degli impianti che non può prescindere da trattamenti di sanificazione dell'Acqua calda Sanitaria (e/o acqua fredda) e di prevenzione. 

Attualmente si usano molteplici sistemi per "disinfettare" l'acqua sanitaria nelle reti in cui circola, quelli più efficaci sono basati sul cloro e suoi derivati o composti.
Diverse problematiche sono presenti nell'uso del cloro (ipoclorito, biossido di cloro, cloro gassoso,..) quali corrosione, formazione di sottoprodotti della disinfezione, criticità nella potabilità dell'acqua trattata, instabilità e/o pericolosità dei prodotti impiegati.
Altre metodologie quali shock termico, raggi ultravioletti, etc. hanno spesso dimostrato dubbia efficacia continuativa, costi elevati, necessità reale di integrarle con altra soluzione.


 

La soluzione proposta da EsseBi & Associati per la disinfezione dell’ACS si compone di un sistema basato sull’ANK Anolyte Neutro, biocida prodotto in situ, opportunamente iniettato continuamente nella rete idrica da controllare. La  quantità dell'iniezione dipendente dal livello di contaminazione, dalla lunghezza della rete idrica, dalla presenza di biofilm, etc. ed è generalmente tra lo 0,1% e lo 0,5%, corrispondenti a 0,5 ÷ 2,5 ppm di cloro attivo.
Queste dosi consentono di ottenere all'utenza finale un livello di
Cloro Attivo compatibile con il livello massimo consigliato dalla normativa Italiana sulla
potabilità dell'acqua (0,2 ppm).
L’ANK Anolyte Neutro sintetizzata dall’unità
Envirolyte®, permette di controllare completamente l’attività biologica nell’acqua delle reti idriche favorendo l’eliminazione del biofilm, dei virus, dei batteri (compreso la Legionella), delle spore, di alghe e muffe.
Il sistema si integra negli impianti esistenti e non comporta necessità di stoccaggio e manipolazione di prodotti chimici.
 
Affinchè qualunque metodo applicato abbia effetti significativi, occorre seguire sia in sede di progetto degli impianti, sia in manutenzione alcune raccomandazioni: 

  • evitare tubazioni con terminali ciechi o senza circolazione
  • evitare formazione di ristagni
  • evitare lunghezze eccessive delle tubazioni
  • evitare contatto tra acqua e aria o accumuli in serbatoi non sigillati
  • provvedere ad una periodica pulizia

Esempio di funzionamento del sistema di disinfezione:

  • Il sistema Envirolyte preleva una parte di acqua dalla rete idrica che viene trattata con un addolcitore e preleva una parte di salamoia (acqua della rete idrica immessa in specifico serbatoio dove, mediante aggiunta di pastiglie di sale puro, viene portata al massimo grado di saturazione pari a circa il 28%).
     
  • Tale soluzione di NaCl (salamoia), così come l'acqua addolcita, vengono condotte alla camera di elettrolisi e da questa trattate per ottenere l'ANK Anolyte Neutro. Il prodotto ottenuto è immagazzinato in un serbatoio intermedio, al fine di disporre di una soluzione sufficiente di ANK Anolyte Neutro in caso di richieste maggiori della capacità produttiva oraria della camera di elettrolisi (gestione dei picchi di utilizzo).
     
  • L’unità di dosaggio, adibita all’immissione del liquido di disinfezione nella rete idrica da trattare, tipicamente nel circuito di ripristino del boiler d'accumulo o nel circuito di ricircolo dell'acqua calda, è composta da una o più pompe dosatrici, in funzione del dosaggio desiderato.
     
  • Il controllo del dosaggio dell'ANK Anolyte Neutro può avvenire in due modi:
    - Tramite un contalitri lanciaimpulsi che, collegato all'adduzione dell'acqua di ripristino nel boiler d'accumulo, attiva l'unità di dosaggio proporzionalmente all'acqua fredda entrante.
    - Per mezzo di una cella di misurazione dei valori di Cloro Libero che, posizionata in un punto del circuito di ricircolo dell'acqua calda, attiva l'unità di dosaggio proporzionalmente al valore di Cloro Attivo desiderato.
     
  • Periodicamente (indicativamente ogni 800 ore di funzionamento) è necessaria la pulizia della Cella Elettrolitica con una soluzione di Acido Acetico o Acido Cloridrico (5-7%).
     
  • E' possibile il collegamento dell'Unità di produzione dell'Anolyte (solo mod. ELA) ad un PC remoto attraverso una linea di comunicazione Ethernet/Internet. Il software residente sul PC collegato consente sia le funzioni di controllo e comando a distanza dell'Unità, sia la raccolta dati a fini statistici.

 

 

Top

EsseBi & Associati S.r.l. - Via Don Bosco 46/A- 10144 TORINO - ITALIA - P.IVA 10106230013  | www.essebiassociati.com www.essebi-legionella.com info@essebi-legionella.com 2011-12